Packaging: ieri, oggi e nel futuro

L’uomo ha da sempre utilizzato involucri e contenitori per conservare cibo e beni di vario genere. Una foglia, la pelle animale o i tronchi degli alberi erano elementi perfetti, facilmente reperibili e funzionali. Con il passare degli anni i materiali hanno subito una notevole evoluzione: carta, cartone, tessuti di vario genere fino ad arrivare ai materiali plastici hanno fatto la loro comparsa facendo accrescere l’importanza del packaging.

Nato come strumento per contenere e proteggere i prodotti, il packaging si è evoluto nel tempo con l’intento di persuadere i consumatori all’acquisto di un articolo piuttosto che un altro. La sua evoluzione è stata segnata da due eventi: le esposizioni universali ottocentesche, manifestazioni internazionali in cui venivano presentati prodotti non sfusi ma in confezioni con packaging personalizzati e la nascita dei supermercati, punti vendita per la distribuzione di massa in cui era fondamentale distinguere i vari articoli e renderli appetibili per garantire il successo di un marchio.

Il packaging diventa quindi comunicativo e funzionale, non viene più utilizzato solo per contenere, proteggere o trasportare beni di consumo, ma anche e soprattutto per pubblicizzare e promuovere prodotti o aziende. Più il packaging è innovativo e accattivante più il successo è assicurato!

Il packaging ideale per il futuro è quello che unisce comunicazione, funzionalità e rispetto per l’ambiente.

Lascia un commento

Don`t copy text!